World Manufacturing Forum, ecco quali sono le 10 competenze chiave per il futuro dell’industria manifatturiera

Postato da: Redazione
Categoria: Attualità

>>Credit: Puoi leggere l’articolo originale che è stato pubblicato da questo sito

Le nuove tecnologie portano con sé nuove competenze e professioni, per farle funzionare e per utilizzarle al meglio. L’innovazione – gli addetti ai lavori lo sanno bene – non si fa solo con le macchine, che restano degli strumenti, anche quelli dotati della cosiddetta ‘Intelligenza artificiale’, perché le persone restano al centro del cambiamento. Ma devono assecondarlo, seguirlo, ‘cavalcarlo’. E non subirlo passivamente.

Non è una novità, è così da sempre, ma la grande differenza rispetto al passato portata dalla digital transformation e dall’Industria 4.0 è la velocità di questo cambiamento. Una rapidità mai provata prima. Sconosciuta per tutti: imprese, lavoratori, scuole tecniche, università.

E così, mentre laboratori e centri di ricerca sfornano nuovi strumenti e nuove soluzioni, di pari passo – un passo di corsa – nascono competenze, ruoli e specializzazioni che fino a poco prima non esistevano, o avevano un’importanza minore.

 

Il World Manufacturing Forum ogni anno a settembre chiama a raccolta, nella cornice di Villa Erba a Cernobbio, centinaia di imprenditori, manager e specialisti Hi-tech per tracciare le prospettive di sviluppo della Manifattura. E nelle tre giornate dell’edizione 2019, che prosegue fino a domani, il messaggio messo bene in evidenza è chiaro: per fare innovazione, insieme alle nuove tecnologie che rendono sempre più efficienti le aziende, sono altrettanto fondamentali nuove capacità e conoscenze.

Le 10 nuove competenze fondamentali

Il Report dal titolo ‘Skills for the future of Manufacturing’, realizzato dalla World Manufacturing Foundation, la Fondazione che organizza il meeting, e presentato questa mattina nel centro congressi di Villa Erba, individua e raccomanda alle aziende le 10 nuove competenze e capacità essenziali per il futuro della Manifattura. Un mix di hard skills e softt skills. Eccole:

1. Alfabetizzazione digitale: intesa come abilità olistica con cui capire, abilitare e sviluppare nuovi sistemi di produzione digitale, tecnologie, applicazioni e strumenti
2. Capacità di progettare e utilizzare nuove soluzioni di Intelligenza artificiale e per l’analisi dei dati, e di interpretarne i risultati
3. Risoluzione creativa dei problemi (Problem solving), in questa nuova era con abbondanza di dati e risorse tecnologiche per la produzione ‘intelligente’
4. Una forte mentalità imprenditoriale, che include la proattività e la capacità di pensare fuori dagli schemi
5. Capacità di lavorare in modo efficace e sicuro con le nuove tecnologie
6. Avere, o sviluppare, una mentalità interculturale e interdisciplinare, inclusiva e orientata alla diversità, per affrontare le nuove sfide che nascono da nuove esigenze
7. Conoscenze di Cyber security, Privacy e analisi dei dati
8. Capacità di gestire una complessità crescente, fatta di molteplici requisiti e compiti simultanei
9. Spiccata capacità di interazione con le altre persone così come con i sistemi IT e AI, attraverso diverse piattaforme e tecnologie
10 Apertura mentale verso il cambiamento continuo, capacità di trasformazione che mette sempre in discussione lo Status quo

Autore: Redazione