Urso chiede una politica industriale europea e annuncia una ‘manovrina’ per le imprese in primavera se i prezzi dell’Energia lo permetteranno

Postato da: Redazione
Categoria: Attualità, MISE
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito
https://www.innovationpost.it/wp-content/uploads/2022/10/Urso-300x175.jpg

Il ministro delle imprese e del Made In Italy Adolfo Urso, in un’intervista rilasciata al Sole 24 Ore, ha fatto il punto sulle priorità che il Governo intende porre all’attenzione della Commissione Europea, in vista del piano di politica industriale europea che sarà presentato dalla Commissione entro fine gennaio.

In primo piano c’è la “madre” di tutte le questioni, cioè il ruolo che l’Europa deve giocare come attore sugli scenari internazionali: a fronte delle misure prese dal Governo degli Stati Uniti, che prevede, accanto a importanti aiuti  sul tema dell’energia e all’industria, misure protezionistiche, sarebbe sbagliato rispondere la stessa moneta e soprattutto con reazioni individuali da parte dei singoli Paesi.

Sarebbe “una strada perdente e comunque impossibile da prefigurare”, dice il Ministro: “non si può spaccare l’Occidente a fronte della guerra della Russia alla frontiera dell’Europa”.

“Una risposta alta e condivisa dell’Europa”

Scendendo nel merito, Urso dice che la riforma degli aiuti di Stato, che darebbe di fatto mano libera ai Paesi per interventi protezionistici, “di fatto consentirebbe solo alla Germania e a pochi altri attori di utilizzare le proprie risorse per salvare le proprie imprese. Questo spaccherebbe l’Europa”.

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su Innovationpost.it

Autore: Redazione