Servizi digitali ai consumatori e piattaforme online: entra in vigore il Digital Service Act europeo

Postato da: Redazione
Categoria: Attualità
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito
https://www.innovationpost.it/wp-content/uploads/2019/06/europa_innovazione-300x198.jpg

Nuove regole, e più uniformi a livello di Unione Europea, per i servizi digitali ai consumatori e le piattaforme online: entra in vigore il Digital Service Act.

La legislazione si applica a tutti i servizi digitali che collegano i consumatori con beni, servizi o contenuti; crea nuovi obblighi per le piattaforme online per ridurre i danni e affrontare i rischi del mondo e del commercio digitali; stabilisce criteri per la protezione dei diritti degli utenti online; e colloca le piattaforme digitali in un nuovo quadro unico di trasparenza e responsabilità.

Con il Digital Services Act, inoltre, la Commissione europea ha ora anche il potere di controllare direttamente le grandi piattaforme online o i motori di ricerca con più di 45 milioni di utenti.

“Il nuovo Digital Services Act sarà supportato da una forte supervisione e applicazione”, rimarca il commissario Ue all’industria, Thierry Bréton, “con multe fino al 6% del fatturato globale e il bando dall’Unione Europea in caso di ripetute violazioni gravi”.

“Il rapido e diffuso sviluppo dei servizi digitali è stato al centro dei cambiamenti che hanno un impatto sulle nostre vite”, fa notare Bréton, “sono apparsi molti nuovi modi per comunicare, acquistare o accedere alle informazioni online e sono in continua evoluzione. Dobbiamo garantire che la legislazione europea evolva con loro. In sintesi, tutti sono invitati a fare affari nell’Ue, ma secondo le nostre regole”.

Questa legge sui servizi digitali (Digital services act, Dsa) e la legge sui mercati digitali (Digital markets act, Dma) insieme formano un’unica serie di nuove norme che saranno applicabili in tutta l’Ue per creare uno spazio digitale più sicuro e più aperto.

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su Innovationpost.it

Autore: Redazione