Per il 71% dei CIO la cultura aziendale è la principale barriera per la trasformazione digitale

Postato da: Redazione
Categoria: Attualità
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito
https://www.innovationpost.it/wp-content/uploads/2019/07/Digitalizzazione-PMI-300x188.jpg

Secondo i Cio italiani, la cultura organizzativa aziendale resta il più grande ostacolo alla trasformazione digitale delle imprese. È questo il dato principale che emerge dalla ricerca “CIOs & The Board” realizzata da Cionet, la business community internazionale dei direttori informatici e leader digitali del settore IT con più di 9.000 membri nel mondo, e Workday, azienda multinazionale che si occupa di applicazioni cloud native per la gestione finanziaria e delle risorse umane.

Cosa frena la digitalizzazione

Secondo il 71% degli intervistati (178 chief information officer di grandi aziende operative in Italia), la cultura organizzativa aziendale è la principale barriera che frena la trasformazione digitale delle imprese. Al secondo posto sono state indicate le capacità lavorative dei dipendenti (54%), mentre al terzo posto i requisiti di compliance e privacy in materia di cybersicurezza (33%).

“La trasformazione digitale è un cambiamento culturale prima che operativo e proprio la paura del cambiamento è il primo ostacolo da superare. Le organizzazioni devono adottare strumenti di gestione aziendale digitali e innovativi che possano aiutare l’azienda ad adattarsi rapidamente ai nuovi scenari di business”, commenta in una nota Federico Francini, country manager di Workday per l’Italia.

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su Innovationpost.it

Autore: Redazione