Organo di Coordinamento e Gestione 2022-2023 del Cluster Fabbrica Intelligente: ecco i nomi degli eletti

Postato da: Redazione
Categoria: Attualità
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito

Durante le recente Assemblea del Cluster Fabbrica Intelligente sono stati eletti i nuovi componenti dell’Organo di Coordinamento e Gestione 2022-2023 del Cfi. L’OCG, composto da 15 membri elettivi, applica la politica e il programma di lavoro adottati dall’Assemblea Generale Ordinaria su proposta dell’Organo stesso.

In particolare, L’OCG si propone di: amministrare l’Associazione; predisporre il programma di lavoro annuale ai fini della sua approvazione, integrando le proposte del Comitato Tecnico Scientifico e sulla base dei contributi dei Gruppi Tematici Tecnico-Scientifici; proporre all’Assemblea Generale l’ordine del giorno; predisporre il bilancio annuale; realizzare altre attività riconducibili al corretto funzionamento dell’Associazione (adesione/esclusione soci, costituzione/scioglimento GTTS, quote associative, statuto, ecc.).

Rappresentati Grandi Imprese

Alberto Longobardi: Adige

Giuseppe Saragò: Wartsila

Il general manager smart manufacturing & innovation di Wärtsilä Italia Giuseppe Saragò Rappresentati Piccole e Medie Imprese

Gianluigi Viscardi: Cosberg

Antonio Braia: Brecav

Gianluca Viscardi, presidente di Cosberg Rappresentati Università e Centri di ricerca

Tullio Tolio: Politecnico di Milano

Andrea Volpi: Università degli Studi di Parma

Lorenzo Molinari Tosatti: Cnr Stiima

Marco Taisch: Made Competence Center

Tullio Tolio, presidente del Comitato Scientifico del Cluster Fabbrica Intelligente Rappresentati delle Organizzazione Regionali

Alessandro Marini: Afil

Paolo Dondo: Mesap

Daniela Sani: Art-Er

Ivan Boesso: Veneto Innovazione

Flavio Tonelli: Siit

Mauro Castello: Marche Manufacturing

Paolo Dondo technology manager del Mesap

L’articolo Organo di Coordinamento e Gestione 2022-2023 del Cluster Fabbrica Intelligente: ecco i nomi degli eletti proviene da Industria Italiana.

Continua a leggere questo articolo pubblicato su industriaitaliana.it

Autore: Redazione