Made: bando da 1,2 milioni per finanziare progetti di industria 4.0 per le pmi

  • Postato da: Redazione
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito

 

Un peso immerso nell’acqua riceve una spinta dal basso verso l’alto pari al peso del liquido spostato. Sembra che il manifatturiero italiano risponda alle stessi leggi della fisica. Dopo un anno vissuto in apnea, il settore riemerge e dà forti segnali di ripresa. Lo confermano i dati dell’indagine Ihs Market di febbraio che mostrano un’accelerazione solida del comparto. L’indice Pmi (purchasing market index) si è riportato ai livelli di febbraio 2018, il massimo raggiunto negli ultimi 37 mesi. Oltre 57 punti, un risultato che segnala un orientamento fortemente espansivo del settore. Lo confermano i dati Ucimu. «Il comparto delle macchine utensili è uscito dal 2020 con le ossa rotte – dice la presidente Barbara Colombo – Il calo dei consumi è stato del 32% e quello della produzione del 25%. Ma per il 2021 si prevede un incremento del 16,6% per complessivi 5,8 miliardi di euro. È una crescita trainata dall’export ma anche e soprattutto da consegne sul mercato interno, che dovrebbero registrare un aumento del 23%».

Sulla stessa lunghezza d’onda le sorti del mercato Ict. «La richiesta di maggiore innovazione – afferma Marco Gay, presidente Anitec Assinform – è evidenziata dalla spesa, che si concentra in quelli che definiamo i digital enabler ovvero i vettori tecnologici moltiplicatori di produttività e competitività. L’IoT innanzitutto che continua a crescere del 13% anno su anno e il cloud che promette una crescita intorno al 30%». Consumi in ripartenza, quindi, che lasciano ben sperare per un ritorno agli investimenti. È in questo clima di rinnovata fiducia che Made 4.0, il competence center nazionale del Politecnico di Milano, ha annunciato la pubblicazione del secondo bando con scadenza 20 aprile. In dote, un fondo da 1,2 milioni di euro per co-finanziare al 50% progetti di innovazione, di ricerca e sviluppo sperimentale sui temi di Industria 4.0. Le pmi selezionate potranno usufruire delle risorse messe a disposizione dal competence center, sia in termini di consulenza sia in termini di accesso alle infrastrutture strumentali che sono oggi ospitate nella nuova struttura del centro inaugurata l’ottobre scorso. Un’area di 2.500 metri quadrati, frutto di un investimento di 9,6 milioni di euro, dove sono presenti vere e proprie linee produttive e isole tecnologiche progettate per potenziare l’esperienza di apprendimento. L’annuncio del nuovo bando Made è stata l’occasione per fare il punto sullo stato di salute del manifatturiero e sulla solidità delle attività di trasferimento tecnologico.

 

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su industriaitaliana.it

Autore: Redazione