L’industria nel mirino del cyber crime: nel 2020 più attacchi ai sistemi di controllo industriale

  • Postato da: Redazione
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito
https://www.innovationpost.it/wp-content/uploads/2021/03/Kaspersky-Minacce-contro-i-sistemi-di-controllo-industriale-scaled-e1616687935226-300x263.jpg

Nel secondo semestre del 2020 le minacce contro i sistemi di controllo industriale sono aumentate di quasi 0,85 punti percentuali a livello globale e di 3,2 punti in Italia: è quanto emerge da un’indagine Kaspersky condotta sui computer che utilizzano le soluzioni di cyber security dell’azienda.

Lo scenario

Nonostante nella seconda metà del 2019 la percentuale di computer ICS su cui sono stati individuati e bloccati oggetti dannosi avesse cominciato a diminuire, nella seconda metà del 2020 abbiamo assistito ad una ripresa.

Lo dimostra l’indagine di Kaspersky condotta a livello globale, dalla quale è emerso che la percentuale di computer ICS attaccati nel secondo semestre 2020 è stata del 33,4%, un aumento di 0,85 punti percentuali rispetto ai primi sei mesi dell’anno.

In Italia la crescita è stata del 27,3% con un aumento di 3,2 punti percentuali. Guardando al settore più colpito troviamo quello dell’ingegneria e dell’integrazione di ICS con una crescita di quasi 8 punti percentuali, seguito da building automation e oil&gas con una crescita rispettivamente di 7 punti e 6,2 punti percentuali.

Nel mondo, la percentuale di computer ICS attaccati è aumentata nel 62% dei Paesi analizzati dai ricercatori Kaspersky e in tutti e cinque i settori industriali presi in esame.

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su Innovationpost.it

Autore: Redazione