La sostenibilità si fa largo tra le imprese, ma spesso solo nelle intenzioni

  • Postato da: Redazione
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito
https://www.innovationpost.it/wp-content/uploads/2021/09/rapporto-Ambrosetti-e-Microsoft-digitale-e-sostenibilita-300x204.jpg

 

Non intervenire sulla sostenibilità potrebbe far allontanare dalle imprese elementi importanti, partendo dai dipendenti e arrivando ai clienti, azionisti e partner. È il messaggio che emerge dai risultati dell’indagine realizzata da SAP e Oxford Economics, che ha coinvolto oltre mille Supply Chain Manager di tutto il mondo e provenienti da diversi settori.

Lo studio punta a identificare le aree principali dove è possibile coniugare gli obiettivi apparentemente divergenti di sostenibilità, innovazione e resilienza con alcuni dei criteri più importanti per i consumatori, come il prezzo. Un difficile equilibrio, che tuttavia le imprese devono trovare, per poter realizzare e gestire supply chain sostenibili.

La sostenibilità è un dovere per le imprese attente al mercato

Le aziende stanno iniziando a dare priorità alla sostenibilità per soddisfare il principio base del business: soddisfare le richieste dei clienti. Ampliare la quota di mercato è una priorità strategica assoluta per tutti gli intervistati, seconda solo alla produttività.

In risposta alla domanda su cosa influenzasse maggiormente gli sforzi di sostenibilità della propria organizzazione, i primi due elementi citati sono stati l’innovazione di prodotti e servizi (43%) e la soddisfazione dei clienti (40%), seguiti dal rispetto delle norme e dal vantaggio competitivo.

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su Innovationpost.it

Autore: Redazione