La logistica evolve in ottica 4.0

  • Postato da: Redazione
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito

La logistica 4.0 avanza in Italia: la conferma arriva dall’Osservatorio Contract Logistics del Politecnico di Milano, che ha fatto il punto sullo stato del settore.  In un mondo che continua a crescere, seppure lentamente (fatturato previsto di 84 miliardi di euro, +0,7% in termini reali rispetto all’anno precedente) si vanno infatti diffondendo tecnologie innovative e digitali, con l’obiettivo di automatizzare attività di trasporto e di magazzino e permettere l’acquisizione di dati. Questi dati sono poi trasformati in informazioni utili a orientare le decisioni di business e a migliorare i processi di gestione del magazzino e delle flotte di veicoli, la digitalizzazione degli scambi informativi e la tracciabilità di consegna. Secondo l’Osservatorio la tecnologia di per sè non è più considerata una barriera nella svolta 4.0, mentre gli ostacoli percepiti sono la necessità di adattare i sistemi informativi e i modelli organizzativi (26%), l’esigenza di cambiare modalità di lavoro (21%) e la capacità di gestione del dato (21%).

Cresce il peso dell’IT nella logistica

La diffusione della cultura del dato nel comparto è confermata anche dall’accresciuto peso dell’Information Technology: nel 20% delle aziende logistiche l’incidenza del budget IT sul fatturato è superiore al 10% e in crescita, mentre il 32% ha aumentato le risorse IT negli ultimi cinque anni (con una crescita media del 42%).  Un fenomeno che sta trasformando profondamente organizzazioni e ruoli della logistica, spingendo la domanda di nuove competenze soprattutto per l’analisi dei dati, l’automazione e l’intelligenza artificiale. I fornitori di servizi logistici iniziano a inserire in azienda professionisti come Big Data Analyst, Digital Transformation Manager, Informatico logistico, Informatico dell’automazione, Innovation manager e AI Specialist. Il 72% dei fornitori di servizi logistici ha in programma di inserire almeno tre tra le sei figure emergenti, il numero di operatori che avranno inserito la figura dell’Innovation manager crescerà nei prossimi anni del 37%, le aziende che punteranno su Big data analyst e Digital transformation manager aumenteranno del 40%, i fornitori che assumeranno esperti in Automazione e Artificial Intelligence saliranno rispettivamente del 56% e del 93%.

Cambiano anche i ruoli più tradizionali

Esistono poi una serie di ruoli logistici più tradizionali che stanno cambiando pelle per effetto dell’innovazione tecnologica: tra questi, l’ingegnere logistico, il gestore fornitore di rete, l’autista, il planner dei trasporti e il site manager, ma anche il Solution Designer, il Direttore IT e il Direttore HR (24%).

Continua a leggere questo articolo pubblicato su industry4business.it

Autore: Redazione
Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.