Dal laboratorio alla fabbrica, via libera della Commissione europea all’IPCEI sull’idrogeno

Postato da: Redazione
Categoria: Attualità
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito
https://www.innovationpost.it/wp-content/uploads/2021/04/idrogeno-300x204.jpg

 

Via libera della Commissione europea al progetto “Ipcei Hy2Tech“, un importante progetto di comune interesse europeo (Ipcei) a sostegno della ricerca e dell’innovazione e della prima applicazione industriale nella catena del valore della tecnologia dell’idrogeno. Il progetto è stato preparato e sviluppato congiuntamente da 15 Stati membri, tra cui l’Italia.

Gli Stati membri erogheranno fino a 5,4 miliardi di euro di finanziamenti pubblici, che dovrebbero sbloccare altri 8,8 miliardi di euro di investimenti privati.

L’Ipcei Hy2Tech interesserà un’ampia parte della catena del valore dell’idrogeno, tra cui la produzione dell’idrogeno  le celle a combustibile lo stoccaggio, il trasporto e la distribuzione dell’idrogeno le applicazioni finali, in particolare nel settore della mobilità

Si prevede che esso contribuirà allo sviluppo di importanti innovazioni tecnologiche, per esempio nuovi materiali per elettrodi altamente efficienti, celle a combustibile più efficienti e tecnologie di trasporto innovative, tra cui le prime tecnologie per la mobilità a idrogeno. Dovrebbe inoltre creare circa 20.000 posti di lavoro diretti. Gli Ipcei sono per la Commissione uno tassello fondamentale nel raggiungimento di obiettivi strategici, in quanto permettono agli Stati membri di portare avanti, congiuntamente, progetti di innovazione pioneristica che a causa dell’elevato rischio che implicano non possono essere sostenuti da iniziative private. Allo stesso tempo, essi assicurano che l’economia dell’UE nel suo complesso tragga vantaggio dagli investimenti e limitano le potenziali distorsioni della concorrenza.

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su Innovationpost.it

Autore: Redazione