Da Openjobmetis, Tim e Comau una serie di corsi per formare esperti di tecnologie 4.0

  • Postato da: Redazione
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito
https://www.innovationpost.it/wp-content/uploads/2021/07/formazione-300x199.jpg

Si chiama Human & Technology Hub l’opportunità offerta a chi vuole acquisire o perfezionare le competenze in innovazione tecnologica per vincere la sfida della trasformazione digitale in Italia.

Openjobmetis, Agenzia per il Lavoro italiana, insieme a Tim e Comau, la società del Gruppo Stellantis specializzata nello sviluppo di sistemi e prodotti avanzati per l’automazione industriale, presenta questa importante iniziativa rivolta ai cittadini inoccupati e dedicata all’innalzamento delle loro competenze tecnologiche.

Oltre 2700 ore di formazione articolate in due corsi specialistici che si svolgeranno da gennaio 2022 fino al 31 dicembre 2024 per un totale di 11 edizioni in tutta Italia.

In linea con gli obiettivi della Missione 1 del PNRR, “modernizzare in chiave digitale le infrastrutture di comunicazione del Paese, così nella Pa come nel sistema produttivo”, Human & Technology Hub risponde con un’azione rapida ed efficace di diffusione delle competenze digitali, fondamentali per favorire gli investimenti e raggiungere gli obiettivi di innovazione. Il nuovo Hub raccoglie le eccellenze dei tre player che l’hanno promosso: la capacità di Openjobmetis di recruitment e la sua conoscenza profonda del mercato del lavoro e delle esigenze di formazione, l’esperienza di Tim nel portare il digitale nella quotidianità delle persone, nei processi aziendali e nelle imprese; la competenza di Comau nel disegnare e sviluppare le soluzioni tecnologiche più innovative per rispondere alle sfide dell’Industria 4.0.

Il primo corso “Esperto 4.0 di soluzioni ICT“, le cui edizioni sono pianificate tra gennaio 2022 e dicembre 2024, vedranno impegnati professionisti Tim che porteranno in aula la propria esperienza.

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su Innovationpost.it

Autore: Redazione