Clima e costi standard, la Campania al Forum PA per la semplificazione e la sostenibilità

  • Postato da: Redazione

>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito

La Regione Campania ha partecipato all’edizione 2024 del Forum della Pubblica amministrazione tenutosi, dal 21 al 23 maggio, al Palazzo dei Congressi di Roma. Attraverso uno spazio espositivo e l’organizzazione di momenti di approfondimento e confronto è stata messa in evidenza, all’attenzione del pubblico del forum, l’attività della Regione Campania nella corretta applicazione del quadro regolamentare dei fondi per la coesione 2021 – 2027 con un riferimento particolare alla sostenibilità ambientale (DNSH e Climate Proofing) e alle Opzioni Semplificate in materia di Costi (OSC). Temi che, unitamente all’impegno della Regione Campania nei campi dell’innovazione, della semplificazione e della digitalizzazione, hanno caratterizzato lo spazio espositivo della Regione.

La programmazione europea 2021-2027 e l’approccio del PR FESR Campania tra semplificazione di costi e neutralità climatica sono stati al centro di un talk organizzato dall’Autorità di Gestione del PR Campania FESR nell’ambito del Forum PA 2024. L’incontro è stato utile a sottolineare l’impegno dell’AdG nell’aggiornare gli strumenti e l’organizzazione dei processi, perseguendo la migliore performance nell’attuazione del Programma, senza perdere di vista il quadro normativo nazionale. Suddiviso in due panel l’evento ha coinvolto, per la parte DNSH e Climate Proofing, Gian Nicola Loi– Programme Manager – DG Politica urbana e regionale – Commissione Europea e Sergio Negro – direttore dell’Autorità di Gestione del PR FESR – Regione Campania – mentre per la parte delle Opzioni Semplificate in materia di Costi Eleonora Fiorello – Project Officer – DG Politica urbana e regionale – Commissione Europea e Roberta Esposito – Dirigente Staff TA AdG FESR – Regione Campania. Nel corso del dialogo, che ha offerto spunti e parallelismi tra l’operato della Regione Campania e quello attuato da altri Stati membri nel trasformare gli obblighi regolamentari in opportunità di migliorare la performance del Programma, l’AdG ha avanzato l’idea di definire in costi standard quelli legati alla sostenibilità ambientale in modo da facilitare e velocizzare l’attuazione del Pr Campania FESR.

Continua a leggere questo articolo pubblicato su europa.regione.campania.it

Autore: Redazione