Bi-Rex++, ecco l’identikit del futuro European Digital Innovation Hub con focus su high performance computing, intelligenza artificiale e big data

  • Postato da: Redazione
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito
https://www.innovationpost.it/wp-content/uploads/2017/03/High-Performance_Computing-300x199.jpg

Si chiama Bi-Rex++ (High Performance Computing & Big Data processing for Industry) il progetto di cui il (quasi omonimo) Competence center Bi-Rex si è fatto capofila per creare uno dei prossimi European Digital Innovation Hub italiani e ottenere i fondi comunitari necessari a lanciare progetti d’innovazione industriale.

La “cordata” ha partecipato alla preselezione lanciata dal Ministero dello Sviluppo Economico candidandosi come progetto di rilievo nazionale e quindi specializzato nelle tre aree richieste: high performance computing, intelligenza artificiale e cyber security. Se supererà questa fase, Bi-Rex++ sarà chiamato a partecipare alla call europea vera e propria che dovrebbe tenersi a gennaio 2021.

Il progetto di Bi-Rex++

Gli European Digital Innovation Hub sono dei “poli di innovazione” pensati come punti di riferimento per facilitare i percorsi di trasformazione digitale delle imprese: “Uno strumento fondamentale”, commenta il direttore di Bi-Rex Stefano Cattorini. “La nostra candidatura punta su high performance computing e big data processing per il mondo industriale, declinato su tre ambiti applicativi: settore manufatturiero, life science e green technologies”, spiega Cattorini.

Il doppio “plus” accostato al nome del competence center è bivalente: “Il primo plus è inteso come valorizzazione di Bi-Rex stesso, con i suoi cinquantasette membri“, sottolinea il direttore del centro, mentre il secondo è relativo all’apertura del competence center verso partnership allargate, oltre i suoi membri, valorizzando il networking. Così, “abbiamo stakeholder orizzontali per competenze e strutture e stakeholder verticali sulle tre linee individuate per il progetto”.

Bi-Rex++ viene presentato come strumento di supporto al change management delle PMI attraverso un’opera di formazione che si serve dei corsi già attivi nel centro e delle risorse del network. La formazione ovviamente sarà specifica su high performance computing, intelligenza artificiale e cyber security, declinate con diverse applicazioni nei tre settori di intervento. L’obiettivo primario del possibile futuro hub europeo è diventare un ecosistema di innovazione che sia punto di riferimento nazionale per HPC e Big Data.

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su Innovationpost.it

Autore: Redazione