BANDI SU INDUSTRIA 4.0

Avviso per la concessione di contributi a favore delle Micro, Piccole e Medie Imprese per l'attuazione di processi di innovazione

OGGETTO: Trasferimento Tecnologico e prima industrializzazione, promozione dei processi di innovazione nei piani di investimento aziendali.

RIFERIMENTO: Assessorato alle Attività Produttive

AZIONI: implementazione ed applicazione dei risultati (tecnologie, prototipi, brevetti, ecc.) della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale nel processo produttivo con particolare riferimento a: implementazione di tecnologie open source; servizi di e- commerce ( e- commerce business-to-business e business-to-consumer); manifattura digitale; soluzioni che favoriscano l’evoluzione di un sistema di manifattura digitale; sviluppo di soluzioni ICT; sviluppo di sistemi di sicurezza informatica; condivisione e sviluppo di tecnologie open source e di sistemi ICT; soluzioni tecnologiche innovative: ERP (Enterprice Resource Planning), CRM, business intelligence, business analytics commercio elettronico, manifattura digitale, sicurezza informatica e cloud computing; soluzioni ed applicazioni digitali secondo il paradigma dell’Internet of Things.

DESTINATARI: Micro e PMI, anche in forma consortile, costituite da almeno 2 anni alla data di presentazione della domanda; Reti di Micro, di Piccole e Medie Imprese (MPMI) che intendano realizzare un progetto di rete.

MISURA CONTRIBUTO: 70% delle Spese ammissibili dei Piani di Investimento.

  • Per le MPMI, i Consorzi, le Società consortili e le Reti-Soggetto, contributo massimo concedibile pari euro 150.000,00 (con Piano di Investimento di importo uguale o superiore a euro 50.000,00).
  • Per le Reti-Contrattocontributo massimo concedibile: euro 150.000,00 per singola MPMI aderente e euro 750.000,00 per l’intero Piano di investimento, (con importo uguale o superiore a euro 150.000,00). Spesa ammissibile imputabile ad ogni singola impresa di almeno il 15% della spesa ammissibile del Piano di Investimento.

SCADENZA: Registrazione online dal 23 luglio 2018; compilazione moduli online dal 10 settembre 2018; inoltro domanda online dal 09 ottobre 2018 al 30 ottobre 2018

PARTECIPA: http://sid2017.sviluppocampania.it

Avviso regionale R&S sistemi e tecnologie abilitanti Areospazio

Avviso pubblico per la selezione di Progetti di Ricerca e Sviluppo per Sistemi e Tecnologie Abilitanti per l’Industria dell’Aerospazio

Oggetto
Il bando è finalizzato a disciplinare le procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore dei progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale per soluzioni tecnologiche abilitanti destinate ai settori aeronautico e spaziale con particolare riferimento alle traiettorie tecnologiche indicate dalla RIS3.
L’avviso rientra nel POR CAMPANIA FESR 2014 – 2020 – Asse Prioritario 1 “Ricerca e Innovazione”, Obiettivo Specifico 1.2 “Rafforzamento del sistema innovativo regionale e nazionale” – Azione 1.2.2 Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo su poche aree tematiche di rilievo e all’applicazione di soluzioni tecnologiche funzionali alla realizzazione delle strategie di S3.

Obiettivo
Accelerare i processi di innovazione nell’ottica di favorire lo sviluppo di sperimentazione in ambiente reale e di sostenere progetti di ricerca e sviluppo in grado di promuovere – anche attraverso meccanismi di coordinamento aperti e formalizzati tra gli attori della filiera tecnologica – l’integrazione tra le azioni di potenziamento della ricerca, lo sviluppo di innovazioni radicali, la sperimentazione di nuovi modelli, il trasferimento tecnologico e la diffusione delle tecnologie abilitanti presso le PMI.
In particolare, queste le finalità:
− facilitare le relazioni tra imprese, Università, centri di ricerca e indirettamente i cittadini con la messa a sistema delle competenze strategiche e delle eccellenze presenti sul territorio, al fine di favorire il trasferimento tecnologico e l’utilizzo di nuove tecnologie a sostegno del processo di innovazione del settore;
− promuovere ecosistemi territoriali della conoscenza, della ricerca e dell’innovazione con proiezione internazionale – intesi come forme evolute di partenariato che da un lato integrino i tre elementi del triangolo della conoscenza (ricerca, innovazione, istruzione) e dall’altra prevedano forme di coinvolgimento degli utilizzatori finali (es. living lab) – favorendo il loro rafforzamento e la loro partecipazione alle iniziative internazionali anche nell’ottica di reciproche collaborazioni progettuali;
− promuovere lo sviluppo duraturo e sostenibile e la crescita competitiva attraverso il potenziamento delle dotazioni materiali ed immateriali della ricerca e innovazione per la maturazione tecnologica e il trasferimento tecnologico e delle conoscenze.

Beneficiari
Possono presentare le proposte aggregazioni di micro, piccole e medie imprese (MPMI) e grandi imprese (GI) che siano costituite e già operative alla data di presentazione della domanda. Le aggregazioni devono essere formate da almeno 3 imprese, di cui almeno una PMI. Possono partecipare all’aggregazione anche uno o più organismi di ricerca (OdR).
NB. L’avviso prevede determinati requisiti per i partecipanti che devono essere posseduti da tutte le imprese partecipanti nonché dagli eventuali OdR, se soggetti privati, e devono essere dichiarati alla data di presentazione della domanda di agevolazione.

Destinatari e azioni
L’ambito di intervento riguarda i processi di specializzazione intelligente del dominio tecnologico-produttivo rispetto alle tematiche di sviluppo dell’aerospazio nelle sue declinazioni ed evoluzioni più tecnologicamente avanzate e coerenti con le traiettorie tecnologiche prioritarie della RIS3 per tale ambito, schematizzate nel prospetto seguente. Con riferimento ai temi aeronautici, si specifica che le traiettorie identificate come prioritarie sono coerenti con gli obiettivi di CleanSky2.

AMBITO TECNOLOGICOTRAIETTORIE TECNOLOGICHE PRIORITARIE
Metodologie, processi e sistemi per nuove configurazioni e componenti per il volo·         Sviluppo di metodologie per la progettazione concorrente e ingegneria simultanea di componenti strutturali e di componenti di motori

·         Configurazioni innovative di velivoli inclusa l’integrazione di sistemi propulsivi ibridi ed elettrici

·         Componenti certificati ETSO

·         Tecnologie e processi di produzione per le superleghe utilizzate nella microfusione a cera persa

·         Trattamento di protezione superficiale e sistemi di protezione avanzati

·         Tecniche di manufacturing basate su ALM e tecniche di ripristino avanzate

·         Fabbrica 4.0 per l’aeronautica e lo spazio

Sistemi di bordo, comunicazioni e sistemi per la difesa·         Sistemi di bordo e di comunicazione e loro integrazione

·         Tecnologie e sistemi di gestione del comportamento cooperativo di UAV ed integrazione in TLC e sistemi manned

·         Tecnologie per l’interoperabilità e intermodularità dei sistemi di gestione del traffico aereo

·         Sistemi di guida navigazione e controllo autonomi avanza , miniaturizza e light eight, anche per le al ssime velocità

·         Sistemi di telecomunicazione Superficie – Velivolo e Velivolo-Satellite e componenti TLC airborne miniaturizzati e light weight

·         Sistemi per il monitoraggio avanzato di sorveglianza del territorio, confini ed infrastrutture di trasporto

·         Virtual design & testing per la qualifica e omologazione di parti, componenti e sistemi

·         Sistemi avanzati di training per l’addestramento del personale di volo

·         All electric aircraft (ivi inclusi sistemi per velivoli con propulsori ibridi ed elettrici)

Propulsione ed efficienza energetica·         Motori innovativi per l’aviazione leggera e generale

·         Sviluppo di sistemi di iniezione e sistemi di controllo motore

·         Sviluppo di pale di turbina innovative

·         Sistemi di raffreddamento più efficienti anche mediante lo sviluppo di anime ceramiche innovative

Tecnologie per lo spazio·         Tecnologie per micro-piattaforme satellitari: sviluppo di sistemi multi-purpose, anche aviolanciabili, di tecnologie abilitanti per l’aviolancio, miniaturizzazione di payloads, propulsione integrata

·         Strutture hot integrate e multifunzionali, incluso raffreddamento semi-passivo

·         Sistemi di sensori integrati per il servizio in orbita e/o volo in formazione e/o rimozione attiva del debris

·         Sistemi integrati per lo Space Situational Awareness, anche basati sul riuso di soluzioni disponibili per usi duali

·         Sistemi per il monitoraggio avanzato per la sorveglianza e sicurezza del territorio/confini, e infrastrutture di trasporto, di aree urbane

·         Sistemi radar ad apertura sintetica basa in configurazione distribuita su più piccole piattaforme aerospaziali operanti in formazione

·         Tecnologie innovative e strumenti per l’osservazione della terra, diagnostica atmosferica e climatologia

·         Sistemi integrati innovativi a costo e peso ridotto per il controllo del traffico aereo, la meteorologia e i movimenti in aree di sorveglianza

Health management e manutenzione di strutture e sistemi·         Intelligent Health Monitoring & Management System

·         Tecnologie e sistemi basa su realtà virtuale miglioramento dei processi di manutenzione

·         Tecnologie per il controllo, il repairing e la manutenzione di componenti

·         Tecniche di intelligenza artificiale per il supporto al sistema decisionale e utilizzo dei big data a supporto della MRO

 

Contributo
Sono ammessi a finanziamento i progetti collaborativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale riferiti ad uno degli ambiti tecnologici e a una o più traiettorie tecnologiche prioritarie, di cui al precedente prospetto.
I progetti collaborativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale devono prevedere spese ammissibili non inferiori ad € 4.000.000,00 e saranno ammissibili le spese per attività di:
1. ricerca industriale
2. sviluppo sperimentale
Gli aiuti sono concessi nella forma di contributo alla spesa, a parziale copertura delle spese ammissibili sostenute per la realizzazione delle attività previste dall’Avviso. L’intensità di aiuto per ciascun beneficiario non supera:
• il 65% dei costi ammissibili per la ricerca industriale;
• il 40% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale.
L’intensità di aiuto per la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale può essere aumentata fino a un’intensità massima dell’80% dei costi ammissibili come segue:
a) di 10 punti percentuali per le medie imprese;
b) di 20 punti percentuali per le piccole imprese.
Le spese ammissibili relative agli organismi di ricerca, laddove questi non svolgano attività economica prevalente, sono ammesse a finanziamento fino al 100%.

Scadenza
La scadenza per la presentazione delle domande sulla piattaforma online SIM è fissata per le ore 12:00 del 9 gennaio 2020

La domanda di agevolazione deve essere presentata esclusivamente per via telematica da parte dei soggetti interessati, attraverso la piattaforma informatica SIM raggiungibile attraverso il sito internet: http://simricerca.regione.campania.it
La procedura di presentazione prevede tre fasi:
Fase di Iscrizione al SIM; Fase di compilazione on line della Domanda; Fase di presentazione della Domanda. Successivamente, entro le ore 12,00 dei sei giorni lavorativi successivi alla data di chiusura della procedura online, il Soggetto proponente è tenuto, a pena di esclusione, a recapitare all’indirizzo “Direzione Generale per l’Università, la Ricerca e l’Innovazione – Via Don Bosco 9/E 80141 – Napoli, Ufficio Protocollo Rif. PO FESR 2014-2020”, il plico, chiuso e sigillato, contenente la documentazione richiesta al paragrafo 10 dell’Avviso.

Per partecipare
Per partecipare è necessario prendere visione del bando al seguente indirizzo:
http://innovazione.regione.campania.it/content/avviso-pubblico-tecnologie-aerospazio-dd.380-2019

“Misure di rafforzamento dell'Ecosistema innovativo della Regione Campania”

Oggetto
Con il decreto n. 329 del 23/10/2019 pubblicato sul BURC 63 del 24/10/2019 è stato approvato l’avviso pubblico “Misure di rafforzamento dell’Ecosistema innovativo della Regione Campania”.

Obiettivo
Il bando è finalizzato a valorizzare il capitale umano impegnato nello sviluppo di startup innovative ad alta intensità conoscitiva in linea con la RIS3 Campania e con i settori della green economy, dell’energia, dell’ambiente, della cultura e del turismo, al fine di incrementare la competitività d’impresa e favorire i mutamenti tecnologici ed economici della Regione Campania.

Beneficiari
Associazioni temporanee di scopo (ATS) composte da almeno due soggetti fra quelli di seguito elencati:

  • Incubatori e acceleratori d’impresa;
  • Centri di ricerca/Istituti di Ricerca;
  • Università/Dipartimenti Universitari;
  • Fondazioni o Associazioni o Imprese con una missione compatibile con le finalità dell’iniziativa che si intende realizzare.

Destinatari e azioni
I destinatari sono giovani imprenditori, lavoratori, compresi lavoratori autonomi, studenti e disoccupati, compresi i disoccupati di lunga durata, coinvolti come team delle startup già costituite e/o ancora da costituire.

Ogni progetto dovrà contenere almeno 2 tra i seguenti programmi di attività:

  • Animazione e scouting – Le attività andranno rivolte ad alimentare la cultura di impresa e a stimolare la nascita dell’idea imprenditoriale, e andranno realizzate nei principali punti di aggregazione giovanile ed imprenditoriale, quanto più possibile in integrazione con il mondo della formazione e istruzione.
  • Idea generation – Le attività devono essere rivolte a perfezionare l’idea d’impresa, sostenendo gli aspiranti imprenditori, da selezionare, in qualità di destinatari dei programmi, con procedure ad evidenza pubblica, nella fase di messa a punto del business plan attraverso attività di consulenza e tutoraggio a cura di esperti
  • Business acceleration – Le attività devono essere rivolte a concretizzare e sostenere nella fase iniziale l’idea imprenditoriale, e vanno realizzate a beneficio di aziende già costituite o da costituirsi selezionate
  • Sperimentazione di percorsi formativi mirati all’individuazione di nuove figure professionali nell’ambito della green economy.

Contributo
Il contributo è concesso:
ai soggetti pubblici a titolo di sovvenzione non rimborsabile ai sensi dell’art.12 della L.241/90.
ai soggetti privati a titolo di de minimis in osservanza del Regolamento (UE) N. 1407/2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis”.
L’importo concedibile per ciascun soggetto privato non può eccedere complessivamente il massimale di Euro 200.000,00 e sarà corrisposto nella misura massima del 75% del costo specificamente sostenuto da ogni singolo soggetto privato partecipante all’Associazione Temporanea di Scopo.
L’importo massimo di finanziamento per ogni ATS nel suo insieme non potrà essere superiore a € 250.000. La dotazione finanziaria totale prevista è pari ad Euro 4.000.000,00 a valere sul PO FSE Campania 2014/2020 e la durata massima complessiva di ogni singolo progetto non potrà superare i 12 mesi.

Scadenza
La scadenza per la presentazione delle domande è il 23/12/2019 ore 24.00.

Per partecipare
http://innovazione.regione.campania.it/content/avviso-misure-rafforzamento-ecosistema-innovativo-campania-dd.329-2019

Avviso "CambiaMenti Digitali" per le Scuole della Campania

Oggetto: Pubblicato sul Bollettino Ufficiale Regione Campania n. 63 del 24/10/2019 l’Avviso “CambiaMenti Digitali”, programma di digitalizzazione rivolto alle scuole della Campania.

Beneficiari: le istituzioni scolastiche statali, secondarie di primo e secondo grado regionali, appositamente aggregate in forma di partenariato, coadiuvate da partner tecnologici.

Interventi previsti:
Due gli interventi previsti, il primo finalizzato alla creazione di laboratori didattici e piattaforme per promuovere l’uso delle tecnologie innovative e per stimolare lo sviluppo di competenze secondo le nuove forme di comunicazione, anche con il fine di implementare sistemi di collaborative innovation, attraverso:
– Incremento della dotazione di strumenti e attrezzature tecnologiche laboratoriali quali computer, smartphone, kit tipo arduino/raspberry/nucleo, scanner 3D, stampante 3D, wearables tools, varie tipologie di sensori, visori 3D, e comunque ogni attrezzatura hardware e software che risulti essenziale ai fini di una didattica innovativa.
– Inoltre al fine di assicurare le condizioni di base per l’ottimale funzionamento dell’attrezzatura acquisita l’azione può anche prevedere l’implementazione infrastrutturale per l’adeguamento o l’installazione di rete interna al laboratorio e/o WiFi.
Il secondo intervento prevede, invece, il sostegno allo sviluppo di metodologie didattiche innovative attraverso:
– Creazione in co-progettazione di metodologie / modelli innovativi di insegnamento particolarmente adeguati al trasferimento di know how su temi legati al digitale.
– Trasferimento di metodologie / modelli didattici alla platea dei docenti appartenenti agli istituti di riferimento.
– Inserimento delle metodologie/ modelli didattici trasferiti nei percorsi formativi/curriculari rivolti agli alunni degli istituti selezionati.
Le risorse finanziarie disponibili sono pari ad €. 4.250.000,00, delle quali:
– € 2.550.000,00 a valere sul FESR 2014/2020 per l’Intervento 1
– € 1.700.000,00 a valere sul FSE 2014/2020 per l’Intervento 2

Scadenza: la scadenza per la presentazione delle domande è il 23/12/2019.

Maggiori informazioni su:
http://innovazione.regione.campania.it/content/avviso-cambiamenti-digitali-dd.328-2019

Avviso pubblico per la selezione della Piattaforma tecnologica di filiera «Mobilità Sostenibile e Sicura»

Oggetto: Avviso pubblico per la selezione della Piattaforma tecnologica di filiera «Mobilità Sostenibile e Sicura» a valere su Fondi POR FESR 2014/2020

Obiettivo: Supportare la diffusione di nuovi modelli di mobilità sostenibile e sicura attraverso il sostegno alla ricerca e sviluppo delle tecnologie di “smart mobility” e alla sperimentazione di prototipi che vedranno coinvolti Partenariati stabili tra Imprese e Organismi di Ricerca e i Comuni delle aree interne (Così come selezionate nello scorso ottobre) per supportare lo sviluppo di luoghi di sperimentazione in ambiente reale.
l’intervento si attua mediante:
a) il coinvolgimento dei Comuni, appositamente individuati tra quelli significativamente distanti dai centri di offerta dei servizi essenziali (Aquilonia, Atena Lucana, Bagnoli Irpino, Caiazzo, Cassano Irpino, Castel Baronia, Conza della Campania, Flumeri, Foiano di Val Fortore, Frigento, Lacedonia, Lioni, Montella, Montesano sulla Marcellana, Monteverde, Morra de Sanctis, Oliveto Citra, Pesco Sannita, Rocca San Felice, San Gregorio Magno, Sant’Angelo dei Lombardi, Savignano Irpino, Senerchia, Sturno, Villanova del Battista) e che hanno subito nel corso del tempo un processo di marginalizzazione e declino demografico e le cui importanti potenzialità vanno recuperate e valorizzate con politiche di sviluppo integrate, attraverso la programmazione delle seguenti linee di azione:
– Realizzazione di servizi e soluzioni intelligenti, anche attraverso strumentazioni installate in loco;
– Riqualificazione delle infrastrutture urbane, al fine di renderle idonee allo sviluppo di nuovi modelli di mobilità sostenibile e sicura;

b) il sostegno alle imprese, agli Organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza nonché agli intermediari dell’innovazione, attraverso:
– Incentivi alle Infrastrutture di ricerca e a servizi per l’innovazione
– Incentivi a Progetti di Ricerca e Sviluppo e a servizi per l’innovazione
– Sostegno alla Sperimentazione dei Modelli e a progetti di innovazione derivata
– Attività di diffusione dei nuovi modelli di mobilità sostenibile e divulgazione dei risultati di R&S.

Azioni previste:
FASE 1: Creazione della Piattaforma tecnologica.
– I soggetti interessati a partecipare alla procedura devono attivare una propria utenza registrata iscrivendosi al SIM RICERCA.
– A partire dal giorno 23/10/2019 dalle ore 12.00, utilizzando le proprie credenziali di accesso al SIM RICERCA, il Soggetto Gestore o il Soggetto Capofila del partenariato del Costituendo Soggetto Gestore potrà accedere alla compilazione del modulo “Richiesta di Accesso” alla procedura attraverso il link relativo all’Avviso nella sezione Bandi.
– Al primo accesso il Soggetto Gestore potrà creare la propria Piattaforma Tecnologica, selezionando il proprio ruolo: Soggetto Gestore ovvero Capofila del partenariato del Costituendo Soggetto Gestore e potrà successivamente aggiornarla inserendo tutti i partecipanti al progetto (ovvero imprese e degli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza, Soggetti Partner o Soggetti Aggregati della Piattaforma Tecnologica).
– Nella sezione in alto della maschera PIATTAFORMA TECNOLOGICA sarà riportato il nome della Piattaforma Tecnologica e il CODICE UNIVOCO DELLA PIATTAFORMA, assegnato in automatico dal SIM RICERCA, che il Soggetto Gestore dovrà comunicare a tutti i soggetti, Partner o Aggregati alla Piattaforma Tecnologica, per abilitarli a partecipare ai relativi Piani Progettuali.

FASE 2: Richiesta finanziamento
Creata la Piattaforma Tecnologica, ciascun soggetto precedentemente abilitato nell’ambito della Piattaforma tecnologica potrà accedere alla richiesta di finanziamento attraverso il link relativo all’Avviso nella sezione Bandi Aperti e cliccando sul tasto “Partecipa al Bando” scegliendo una delle azioni previste:
1. Domanda di Aiuto per il Piano progettuale per le Infrastrutture di Ricerca
2. Domanda di aiuto per il Piano Progettuale per la realizzazione di progetti di R&S di tipo cooperativo tra imprese e Organismi di ricerca
3. Domanda di aiuto per il Piano Progettuale per il sostegno alla sperimentazione dei modelli e a progetti di innovazione derivata
4. Domanda di aiuto per il Piano Progettuale per la diffusione di modelli innovativi per la mobilità sostenibile e sicura

Beneficiari: PMI, grandi imprese, Organismo di ricerca pubblico e Organismo di ricerca e diffusione della conoscenza.

Scadenza: entro le ore 12:00 del 45° giorno dalla pubblicazione del’Avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Campania.

N.B. Per la complessità dell’Avviso si invita a verificare le modalità di partecipazione all’indirizzo:
http://porfesr.regione.campania.it/it/news/primo-piano/avviso-pubblico-per-la-selezione-della-piattaforma-tecnologica-di-filiera-per-la-mobilita-sostenibile-e-sicura

Per registrarsi al bando la piattaforma di riferimento è: simricerca.regione.campania.it

PROGETTO JAVA PER LA CAMPANIA. Manifestazione di interesse finalizzata all’attivazione dei percorsi di inserimento dei giovani attraverso assunzioni incentivate e tirocini - (DGR 465/2016 - POR-FSE Campania 2014/2020, Asse I Obiettivo Tematico 8 - Obiettivo specifico 2 RA8. 1 azione 8. 1. 1)

OGGETTO: “Java per la Campania”, finalizzato alla diminuzione del divario tecnologico in ambito specialistico, intende garantire l’aumento di high skills in ambito ICT e particolari linguaggi informatici per giovani talenti campani e consentire al sistema della domanda locale di fruire di un sistema integrato di incentivi per accogliere i giovani.
Il Programma regionale si articola in 3 FASI
FASE 1 – Individuazione, orientamento e recruitment dei giovani. La Regione Campania con il supporto di Sviluppo Campania mette in campo le attività di individuazione, orientamento e recruitment dei giovani partecipanti mediante avviso pubblico.
FASE 2 – Formazione. Elementi cardine delle attività formative: Apprendere nozioni complesse di sviluppo di applicazioni Web in Java EE; installare e amministrare l’Application Server Weblogic 12c; concepire i servizi IT tramite la metodologia SOA (Software Oriented Architecture); implementare le logiche base di sicurezza di un’applicazione in Cloud; distribuire le applicazioni in Cloud, tramite l’application server Weblogic 12c.
Azioni di consolidamento-Accompagnamento al Lavoro. Selezione delle le aziende campane disponibili ad assumere e/o ad ospitare tirocini dei giovani precedentemente individuati e formati.

RIFERIMENTO: Assessorato alla Formazione e alle Pari Opportunità, Assessorato al Lavoro e Risorse Umane

AZIONI:
Il Bando ((http://www.fse.regione.campania.it/wp-content/uploads/2018/12/Allegato_175850.pdf) in oggetto si riferisce alla terza fase del Programma. Le imprese partecipanti potranno attivare le seguenti azioni:
1. Incentivo all’assunzione a favore dei primi 50 allievi che hanno superato il test di certificazione con il punteggio più alto.
2. Tirocini rivolti agli allievi dei percorsi del Programma “Java per la Campania” che abbiano concluso i percorsi formativi e acquisito la Certificazione Oracle e abbiano superato il test di certificazione posizionandosi tra il 51° e il 100° posto della graduatoria stilata in base al punteggio conseguito.

DESTINATARI
Sono ammesse a partecipare le imprese iscritte alla CCIAA che dovranno presentare la propria manifestazione d’interesse utilizzando il format previsto dall’Allegato 1 del bando.
Le imprese dovranno – alla data di presentazione della domanda di adesione – essere in possesso dei requisiti previsti dall’art.3 del bando.

MISURA CONTRIBUTO:
Nel caso in cui l’impresa intenda ospitare tirocini curriculari, ai destinatari verrà riconosciuta una indennità mensile di € 500 per sei mesi, per un totale di € 3.500,00 comprensivi degli oneri assicurativi.

Per assicurare un corretto ed equilibrato utilizzo dello strumento del tirocinio il numero massimo di tirocini contemporaneamente attivabili è correlato al numero di lavoratori dipendenti a tempo indeterminato in forza presso il soggetto ospitante.

Laddove l’impresa intenda assumere i soggetti destinatari presenti nell’elenco nei primi 50, verrà riconosciuto un contributo massimo di € 5.000,00 per ogni soggetto assunto. L’incentivo spetta per le seguenti tipologie di assunzione con durata minima di 24 mesi:
– assunzioni a tempo indeterminato, anche a tempo parziale ma con minino 24 ore settimanali.
– assunzione degli apprendisti, ai sensi del Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n. 81

SCADENZA: La domanda di adesione ad una o entrambe le azioni potrà essere presentata unicamente attraverso il sistema Informativo di progetto (piattaforma), raggiungibile all’indirizzo http://bandi.sviluppocampania.it/Pagine/Home-Portale.aspx anche raggiungibile dal sito www.fse.regione.campania.it. La domanda potrà essere presentata a partire dalle ore 10,00 del 10/12/2018.

PARTECIPA:
http://bandi.sviluppocampania.it/bandi/011218ajv/Pagine/Home.aspx

Manifestazione di interesse rivolta a startup e spin-off a carattere innovativo per la partecipazione a SMAU Bologna 2019

OGGETTO: SMAU, in collaborazione con Sviluppo Campania, offre la possibilità a 5 tra startup e spin-off della Regione Campania di partecipare a SMAU Bologna, in programmazione dal 6 al 7 giugno 2019. L’azione rientra tra le attività affidate dall’Assessorato all’Innovazione, Startup e Internazionalizzazione della Regione Campania a Sviluppo Campania nell’ambito del “Piano di Implementazione e Piano di Comunicazione della RIS3 Campania” POR FESR 2014-2020 Obiettivo Tematico 1 – Ricerca e Innovazione – Azione 3 “Promozione e diffusione dei risultati della ricerca” – sotto Azione 3.1 “Iniziative di promozione e diffusione dei risultati e partecipazione ad eventi di carattere regionale nazionale ed internazionale”.

RIFERIMENTO: Assessorato all’Innovazione, Startup e Internazionalizzazione
AZIONI: L’iniziativa mira a facilitare l’incontro diretto degli emergenti operatori dell’innovazione con le imprese consolidate protagoniste dei sistemi produttivi più affermati e i partner finanziari e industriali – anche internazionali – che possono favorire una più rapida crescita dell’ecosistema della Ricerca e dell’innovazione. La partecipazione si pone quindi l’obiettivo di favorire processi di cross-fertilization interregionale.

DESTINATARI

L’opportunità di prendere parte a SMAU Bologna 2019 è riservata a 5 Startup e Spin-off a carattere innovativo con i seguenti requisiti:
• sede legale e/o operativa in Regione Campania;
• linee tecnologiche di sviluppo coerenti con una o più delle Aree di specializzazione della Smart Specialisation Strategy della Regione Campania.
• contenuto innovativo del prodotto o servizio;
• prodotto o servizio b2b;
• disponibilità di referenze (clienti) o, in alternativa, avere nella compagine sociale un’impresa già consolidata o in alternativa essere stati oggetto di un investimento da parte di un investitore privato di almeno 500k euro;
• prodotto o servizio già industrializzato e pronto per il mercato, con interesse a sviluppo internazionale

MISURA CONTRIBUTO:

I soggetti, selezionati da SMAU e ammessi a partecipare, beneficeranno delle seguenti opportunità:
• visibilità nel sito smau.it con pagina dedicata contenente la presentazione dei progetti in corso;
• coinvolgimento in speed pitching in cui presentare la propria attività ad un pubblico di imprenditori e decisori aziendali;
• servizio di mapping e business scouting degli operatori partecipanti – sulla base delle caratteristiche della startup/spinoff – per l’attivazione del matchmaking in fiera;
• disponibilità di un proprio spazio espositivo di 4 mq in cui approfondire le relazioni di business e i contatti avviati nelle diverse occasioni di incontro organizzate nel corso
• organizzazione di almeno 3 incontri con aziende o enti partecipanti all’evento, in funzione delle specifiche esigenze della singola startup/spin-off, dello stadio di sviluppo e del tipo di partner che si stanno ricercando;
• presentazione della propria offerta di servizi attraverso l’inserimento negli Startup Safari.

SCADENZA: I proponenti in possesso dei requisiti indicati potranno inviare la propria manifestazione di interesse alla partecipazione all’evento SMAU Bologna all’indirizzo e-mail startup@smau.it entro il giorno venerdì 10 maggio 2019 alle ore 12.00. I soggetti saranno selezionati attraverso una procedura di valutazione a sportello in base all’ordine cronologico di arrivo delle candidature. NB. verrà assegnata priorità alle startup innovative.

PARTECIPA: https://www.smau.it/company/bulletin/manifestazione-interesse-startup-campane-smau-bologna19/

Manifestazione di interesse rivolta a distretti ad alta tecnologia, organismi di ricerca, aggregati pubblico-privati, uffici di trasferimento tecnologico delle università, incubatori, acceleratori, abilitatori per la partecipazione a SMAU Bologna 2019

OGGETTO: SMAU, in collaborazione con Sviluppo Campania, offre la possibilità a soggetti individuati tra organismi di ricerca, DAT, APP, uffici di trasferimento tecnologico delle Università, incubatori, acceleratori, abilitatori della Regione Campania di partecipare a SMAU Bologna che si svolgerà il 6-7 giugno 2019 a Bologna. L’azione rientra tra le attività affidate dall’Assessorato all’Innovazione, Startup e Internazionalizzazione della Regione Campania a Sviluppo Campania nell’ambito del “Piano di Implementazione e Piano di Comunicazione della RIS3 Campania” POR FESR 2014-2020 Obiettivo Tematico 1 – Ricerca e Innovazione – Azione 3 “Promozione e diffusione dei risultati della ricerca” – sotto Azione 3.1 “Iniziative di promozione e diffusione dei risultati e partecipazione ad eventi di carattere regionale nazionale ed internazionale”.

RIFERIMENTO: Assessorato all’Innovazione, Startup e Internazionalizzazione
AZIONI: L’iniziativa mira a facilitare l’incontro diretto degli emergenti operatori dell’innovazione con le imprese consolidate protagoniste dei sistemi produttivi più affermati e i partner finanziari e industriali – anche internazionali – che possono favorire una più rapida crescita dell’ecosistema della Ricerca e dell’innovazione. La partecipazione si pone quindi l’obiettivo di favorire processi di cross-fertilization interregionale.

DESTINATARI
L’opportunità di prendere parte a SMAU Bologna 2019 è riservata a 5 organismi di ricerca, DAT, APP, uffici di trasferimento tecnologico delle Università, incubatori, ac-celeratori, abilitatori con i seguenti requisiti:
• ambiti di attività coerenti con i focus delle singole iniziative SMAU
• disporre di referenze internazionali, ovvero avere già in corso partnership o collaborazioni con operatori esteri
• essere partner di un progetto finanziato dalla Comunità Europea
• le startup del proprio network devono essere state selezionate per percorsi di accelerazione internazionali oppure aver ricevuto un finanziamento da parte di un operatore internazionale.

MISURA CONTRIBUTO:
I 5 beneficiari tra organismi di ricerca, DAT, APP, uffici di trasferimento tecnologico delle Università, incubatori, acceleratori, abilitatori, selezionati per la partecipazione a SMAU Bologna, potranno usufruire dei seguenti servizi e saranno coinvolti nelle seguenti attività e momenti di networking:

• Attività di analisi dei fabbisogni, per comprendere le esigenze di sviluppo del business, nuove partnership e tipologia di soggetti di interesse;
• Identificazione di una selezione di imprese, startup, enti o soggetti intermedi che corrispondono ai fabbisogni emersi in fase di analisi;
• Condivisione della lista con ciascun beneficiario affinché indichi delle priorità di interesse rispetto all’incontro con ciascun soggetto proposto;
• Organizzazione di almeno n. 3 incontri di matching in occasione di SMAU Bo-logna con i soggetti indicati con la priorità più alta;
• Coinvolgimento in una sessione speed pitching in cui presentare la propria at-tività ad un pubblico di imprenditori e decisori aziendali in funzione del target di imprese a cui ci si rivolge;
• Visibilità nel sito smau.it con una pagina dedicata, riconducibile alla scheda di Regione Campania | Sviluppo Campania, contenente la presentazione della propria attività, la descrizione dei propri servizi o prodotti e il tipo di partner-ship che si stanno ricercando;
• Partecipazione ai diversi momenti di networking e incontro organizzati duran-te l’evento SMAU Bologna;
• Possibilità di usufruire dello spazio dedicato di Regione Campania | Sviluppo Campania per l’intera durata dell’evento SMAU Bologna, da utilizzare per la realizzazione di incontri e la presentazione delle proprie attività al pubblico di imprese che partecipano alla manifestazione.
SCADENZA: Gli interessati potranno inviare la propria manifestazione di interesse alla partecipazione all’evento SMAU Bologna all’indirizzo e-mail startup@smau.it entro il giorno venerdì 10 maggio 2019 alle ore 12:00. I soggetti, in possesso dei requisiti indicati, saranno selezionati attraverso una procedura di valutazione a sportello in base all’ordine cronologico di arrivo delle candidature.

PARTECIPA: https://grafica2.smau.it/file/_bologna19/SMAU19Bologna_candidatura_soggetti-intermedi.xlsx

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.