Aumentata e con la possibilità di fare rete da remoto: è A&T Automation & Testing 2021

  • Postato da: Redazione
>>Credit: Puoi leggere l'articolo originale che è stato pubblicato da questo sito

È stata l’ultima fiera del 2020 a essersi svolta in presenza e tornerà come la prima fiera “aumentata” italiana, dal 10 al 12 febbraio 2021. È A&T Automation & Testing, il riferimento per il mondo dell’automazione e degli strumenti di misura, della logistica, della produzione e dell’informatica, da quindici anni occasione di confronto sull’evoluzione della fabbrica in chiave smart. Confronto per tutte le aziende impegnate nel loro digital journey, sia con la corporate che esprime le tecnologie abilitanti sia con le Pmi che hanno effettuato la transizione digitale e sono in grado di misurarne i benefici. Ma nella quindicesima edizione, la prima dell’era Covid, tutto ciò avverrà su una piattaforma digitale, in un format inedito e unico nel suo genere, pensato per favorire il business e mettere al centro le tecnologie industriali e le competenze dei lavoratori. Un format che ha raccolto adesioni importanti, con nomi tra gli espositori come Hp, Beckhoff, Vision Engineering, Pcb Piezotronics, Hbk, Optoprim, Scaglia Indeva, Angelantoni, Comsol, Ateq Italia, Lcs Automation. Vedremo più avanti più nel dettaglio i singoli business di queste corporate, prima vogliamo raccontare la fiera nella sua veste innovativa.

Le potenzialità di un’esposizione “aumentata” L’espositore può vedere i visitatori presenti sulla piattaforma digitale, filtrare la ricerca per settore, ruolo, ragione sociale, cognome e scegliere chi invitare al suo stand. Il visitatore è immediatamente parte di un evento dinamico e interattivo, non è più solo davanti al PC ma parte del grande network A&T.

Una formula che l’ad Luciano Malgaroli definisce “aumentata”. Da sempre la fiera ha la sua casa di elezione all’Oval Lingotto di Torino, un luogo che è il simbolo dell’eccellenza manifatturiera italiana. Quest’anno che le fiere fisiche sono vietate dalle misure di contenimento del Coronavirus, le imprese e il grande pubblico avranno a disposizione una piattaforma innovativa che consentirà loro non solo di fruire di tutti i contenuti che abitualmente fanno parte del programma della manifestazione, ma di entrare direttamente e digitalmente all’interno delle aziende e conoscerne le caratteristiche tecnologiche. «Avevamo già fatto una serie di ragionamenti: da tempo avevamo constatato che il nostro mondo di riferimento è sempre più veloce e frappone al bisogno di aggiornamento costante, le esigenze delle aziende di contenere costi e accorciare i tempi.

 

Continua a leggere questo articolo pubblicato su industriaitaliana.it

Autore: Redazione